VENEZIA – Due 30enni veneziani sono stati arrestati dai Carabinieri per tentata rapina. Il febbraio scorso avevano aggredito un turista, minacciandolo con una pistola e prendendolo a calci. || E’ una notte del Carnevale scorso a Venezia. Un balzo e gli sono davanti. Uno dei due punta al malcapitato turista straniero una pistola, caricandogliela minacciosamente davanti. La vittima allontana l’arma con una mano e riceve due calci in viso dal complice mentre il primo rapinatore si da alla fuga. Il turista barcolla, prima di riuscire a fuggire ha probabilmente uno scambio di battute col suo assalitore . Anche il secondo aggressore estrae una pistola e rimane per qualche istante con l’arma in pugno, nel cuore di Venezia, ad un passo dal Ponte di Rialto. Entrambi i malviventi, due trentenni veneziani con numerosi precedenti di polizia, sono stati arrestati dal Nucleo Natanti dei Carabinieri di Veneziaal termine diun’articolata attività d’indagine che, grazie alle dichiarazioni dei testimoni, all’analisi dei tabulati telefonici e alletelecamere a circuito chiuso presenti in zona ha consentito di identificare i due arrestati.Per uno si sono aperte le porte del carcere, il secondo è ai domiciliari.Gli aggressori avevano notato la vittima seduta a terra che utilizzava uno smartphone e lo hanno aggreditocoprendosi parte del volto con dei cappucci. Il turista, pare dall’accento inglese,ha poi chiesto aiuto ai dipendenti di un’attività commerciale poco distante.Propriol’identificazione della vittima rimane l’unico tassello mancante. Nonostante diversi tentativi, i Carabinieri non sono riusciti a rintracciarlo.Nessuno ha presentato denuncia o si è presentato in unastruttura sanitaria. Se qualche telespettatore dovesse identificarsi nella vittima è pregato di segnalarlo al 112 o presentarsi presso una caserma dei Carabinieri. (Servizio di Filippo Fois)


videoid(hUhf-C2aoDI)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria