SAN DONA’ DI PIAVE – Inaugurata la prima “sala parto covid” del Veneto, all’ospedale di San Donà di Piave dedicata alle mamme positive al virus || E’ la prima sala parto – Covid del Veneto. Cioè esclusivamente destinata alle mamme positive al virus, per permettere di partorire in sicurezza propria, del proprio bimbo, del personale medico e delle altre pazienti. Munita di 4 posti di degenza post partum in stanze isolate in attesa della negativizzazione, e dotata di un’area di monitoraggio in cui le operatrici possono sorvegliare le pazienti a distanza. Le mamme vengono assistite anche nel contatto pelle a pelle e nell’allattamento ppur dovendo mantenere dei protocolli per non contagiare il neonato. E poi al reparto ostetricia e Ginecologia sono anche attivi una serie di servizi e dispositivi tecnologici che permettono l’assistenza mirata al neonato figlio di mamma positiva al Covid. Un percorso che accompagna la mamma affetta da Covid, dal parto al rientro a casa in sicurezza, per vivere l’esperienza nel modo più sereno e naturale possibile. “Un fiore all’occhiello – ha detto il Direttore Generale dell’Ulss 4 Veneto orientale Carlo Bramezza – che è stato creato, grazie all’investimento di 260mila euro, in questa seconda ondata, viste le tante mamme positive che che necessitavano di un’accoglienza particolare, a testimoniare l’attenzione che da sempre l’Ulls4 ripone nei confronti del tema della maternità” – Intervistati GIUSEPPE SACCO (Direttore Ostetricia e Ginecologia), PIER GIUSEPPE FLORA (Direttore UOC Pediatria), CARLO BRAMEZZA (Dir. Gen. Ulss4 Veneto Orientale) (Servizio di Luisa Bertini)


videoid(rEXyj-tCqo0)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria