TREVISO – Un libro di memorie da preside in pensione. E’ quello terminato da pochi giorni da Antonio Chiarparin volto storico della scuola trevigiana che ha voluto raccontare le sue esperienze in un volumetto ma anche in musica. || C’era una volta il preside figura mitica per tutti gli studenti. Quasi un giudice supremo con potere di sospensione che significava guai grossi a casa per chi rimaneva in presidenza in attesa dei genitori. Poi tutto e’ cambiato e il dirigente scolastico si e’ trovato a combattere non per la disciplina e l’apprendimento dei ragazzi ma una battaglia infinita con la burocrazia. Una guerra che uno dei presidi storici di Treviso una volta in pensione ha deciso di raccontare in un libriccino ma anche in musica. Perche’ va ricordato che Antonio Chiarparin oltre ad essere stato preside e’ ancora il direttore della banda comunale di Treviso. Brani e capitoli di vicende vissute quotidianamente come il colloquio con un genitore che non vuol sentir ragioni per la sospensione del figlio o le lettere con i vertici della scuola e relativo ministero con circolari molte volte contraddittorie. Tutto con parole ma anche note in una sorta di musicall sulla scuola nel perfetto stile “io, speriamo che me la cavo”. – Intervistati ANTONIO CHIARPARIN (Ex preside Stefanini) (Servizio di Lucio Zanato)


videoid(_9IL798bDzw)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria