AURONZO DI CADORE – E’ isolato da 4 giorni dentro la sua Malga, intrappolato da un muro di neve. Il titolare di uno dei più noti luoghi di ristoro a Misurina sta raccontando su Facebook il diario della sua esperienza, non senza preoccupazioni || La malga è la sua vita, è venuto a soccorrerla e si è trovato intrappolato. A 1875 metri di altezza, circondato da un muro bianco di neve cresciuto di giorno in giorno. Andreas Quinz da 4 giorni è isolato nella sua Malga Rin Bianco, a Misurina. Da solo, con un telefono per comunicare e postare su Fb un diario dell’isolamento. Lo spirito non l’abbandona, l’ha invece abbandonato il generatore di corrente che si era portato per salvare la situazione. Si scalda con la legna e aspetta, in costante contatto con le autorità. Nelle prossime ore forse si riuscirà ad intervenire per aiutarlo, per ora quel muro bianco è un ostacolo enorme. Un ristoratore già provato dagli effetti delle limitazioni del Covid, ora un’altra mazzata, che ha il colore bianco della neve che ama ma che ora sembra un incubo. Andreas non molla, e continua ad aspettare – Intervistati ANDREAS QUINZ – TITOLARE “MALGA RIN” (Al telefono ) (Servizio di Nicola Zanetti)


videoid(hSxTBwa1Pmw)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria