QUINTO DI TREVISO – Le reazioni delle categorie economiche all’annuncio dell’accordo Save – Ryanair. Soddisfatti i sindacati e Confartigianato. Frena il comitato No Aeroporto . || Sono in tanti ad esultare oggi, e ad intravedere finalmente nell’accordo raggiunto fra Save e Ryanair , la prima buona notizia di questo natale così difficile. La soddisfazione è stata espressa prima di tutto per i lavoratori. Era il 4 Novembre scorso, la data dell’ultimo incontro dei sindacati con Save, in quella sede seguiì l’incontro con gli assessori Elena Donazzaan e Federico Caner per pianificare un’eventuale riqualificazione degli oltre 700 lavoratori coinvolti . Soddisfatto anche il segretario generale Cisl Belluno Treviso Massimiliano Paglini per il quale il progetto rappresenta un’ ulteriore certezza della reale riapertura dell’aeroporto di Treviso e della sua importanza per l’economia del territorio. Aggiunge un tassello al puzzle delle prime reazioni a caldo a poche ore dall’annuncio anche il Presidente di Confartigianato Marca Trevigiana, Vendamiano Sartor che parla di infrastruttura strategica per lo sviluppo dell’economia del territorio anche nell’ambito di un sistema di trasporti integrati che connetta Treviso, Belluno e il Veneto anche alla luce delle Olimpiadi invernali Milano-Cortina. A smorzare i toni entusiastici oggi il Comitato No Aeroporto che ricorda come manchi ancora all’appello il lasciapassare della Commisione Via del Ministero dell’Ambiente che dovrà valutare l’impatto ambientale del masterplan. “E’ prematuro – ha detto Giulio Corradini – tutto deve essere ancora deciso, certo è che al sindaco di Treviso dovrebbe stare a cuore di più la salute dei cittadini”. – Intervistati MAURO VISENTIN (SEGR. GEN. CGIL TREVISO), VENDEMIANO SARTOR (PRES. CONFARTIGIANATO MARCA TREVIGIANA), GIULIO CORRADETTI (PRES. COMITATO NO AEROPORTO) (Servizio di Anna De Roberto)


videoid(ziZ_oabquUM)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria