MURANO – A pochi giorni dal Natale l’isola del vetro è in ginocchio. Le fornaci rimaste aperte si possono contare sulle dita di una mano, vendite pressoché azzerate, assenza totale di turisti. Una tradizione millenaria dell’artigianato e dell’arte vetraia non vuole gettare la spugna. Alcuni maestri continuano a tenere i forni aperti anche se non ci sono clienti. || Sarà un Natale nero, e di profondo rosso, a Murano. Senza turisti e con le vetrerie quasi tutte chiuse, le vendite del vetro hanno subìto  un crollo del 90 per cento o più.Un simbolo di chi non vuole arrendersi è un maestro vetraio con la lettera maiuscola: Giancarlo SignorettoIl maestro non le manda a dire. – Intervistati MASSIMILIANO SCHIAVON (TITOLARE SCHIAVON ART TEAM), GIANCARLO SIGNORETTO (MAESTRO VETRAIO) (Servizio di Lorenzo Mayer)


videoid(fX0mlDiS0cs)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria