MARGHERA – Dopo il danneggiamento della statua della Madonna in piazzale Giovannacci a Marghera, tutto il vicariato si ritroverà, martedì 8 dicembre, giorno dell’Immacolata per condividere un momento di preghiera come richiesto dal Patriarca. Monsignor Moraglia costernato esprime sconcerto per quanto accaduto. Tutto il quartiere si mobilita per riparare la statua, uno dei simboli della zona. || Non nasconde la propria amarezza E  costernazione, oltre allo sconcerto, suo e di tutta la diocesi, il Patriarca di Venezia, monsignor Francesco Moraglia, nel commentare quanto avvenuto l’altra notte in piazzale Giovannacci a Marghera. La statua della Vergine mutilata da un atto vandalico.Il presunto responsabile dell’atto sarebbe un palestinese di 31 anni fermato in stato confusionale. L’episodio, che ha già mobilitato molti cittadini desiderosi riparare quanto danneggiato, troverà la risposta della comunità cristiana. Come richiesto dal Patriarca Francesco, martedì 8 dicembre nella festa dell’Immacolata , nella chiesa di sant’Antonio a Marghera ci sarà anche un momento di preghiera molto intenso, come suggerito dallo stesso Patriarca.Intanto i residenti stanno già pensando a come riparare la statua, facendola tornare al suo posto più bella di prima. – Intervistati MONS. FRANCESCO MORAGLIA (PATRIARCA DI VENEZIA) (Servizio di Lorenzo Mayer)


videoid(RQ9pzOdSPsA)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria