VENEZIA – Si è concluso in questi giorni l’iter per l’assegnazione di spazi alle Associazioni mediante procedura di bando pubblico. Tra le 230 domande presentate, sono 183 le associazioni che si sono viste assegnare uno spazio || Si è concluso in questi giorni l’iter per l’assegnazione di spazi alle Associazioni mediante procedura di bando pubblico. Tra le 230 domande presentate, sono 183 le associazioni che si sono viste assegnare uno spazio “Nel prossimo futuro – ha assicurato l’assessore comunale al Patrimonio Paola Mar non appena scadranno le convenzioni in essere per altri spazi comunali, si procederà a metterli a bando così da proseguire nella stessa logica di “amministrazione trasparente” del patrimonio – ha specificato l’assessore – che ha ribadito l’impegno e il sostegno alle associazioni e al mondo del volontariato, riconoscendone il ruolo di primaria importanza nell’impegno sociale. Contemporaneamente è stata conclusa l’istruttoria per l’attribuzione dei locali negli immobili resi disponibili alle associazioni. Un numero importante di spazi che ha visto proprio negli ultimi mesi un ulteriore incremento, sono stati messi a disposizione delle associazioni altri cinque beni immobili: l’ex liceo Severi a Malamocco, una porzione dell’immobile alla Giudecca al civico 936, l’ex scuola XXV aprile a Sacca Fisola, una porzione dell’immobile in via Contarini 7 a Mestre e una porzione dell’ex scuola Edison in via Oroboni 8 a Marghera. Luoghi che diventeranno nuovi spazi di aggregazione a disposizione di tutte quelle realtà che si mettono al servizio del territorio. “Ancora più significativo – ha concluso l’assessore Mar – proprio a voler sottolineare l’importanza per chi utilizza questi spazi di aver cura del bene pubblico, è l’istituzione della figura del ‘Responsabile di Condominio’”. – Intervistati PAOLA MAR (Assessore comunale al Patrimonio) (Servizio di Luisa Bertini)


videoid(-M09rjTVExA)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria