VENEZIA – Il mondo del cinema, che a Venezia è di casa non solo alla Mostra e con il quale la città ha sempre avuto un grande feeling, aiuta a superare la crisi. La città continua ad essere un impareggiabile set cinematografico per le case di produzione. Da Tom Cruise allo spot della Sony per il lancio della nuova playstation. Venezia continua ad essere il centro del mondo. E questo settore frutta alla città un indotto di alcuni milioni di euro ogni anno. || La troupe di Tom Cruise ha fruttato almeno 700 mila euro alle casse della città e del Comune per poter girare “Mission Impossible”, altri 100 mila li ha portati la Sony, trasformando piazza San Marco in un campo da calcio virtuale, per il lancio mondiale della Play-Station 5. In una Venezia senza turisti e in piena crisi economica, è il mondo del cinema, da sempre affezionato ospite in laguna, a contribuire a mantenere viva l’economia della città.Un settore, quello dell’industria cinematografica, che frutta – dice D’Oria –  alcuni milioni di euro ogni anno. Una “manna dal cielo” specie in questo momento.   Si mette così in moto una catena produttiva complessiva. – Intervistati FABRIZIO D’ORIA (DIRETTORE EVENTI E COMUNICAZIONE VELA SPA ) (Servizio di Lorenzo Mayer)


videoid(-PqJpqv-38s)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria