TREVISO – Giovedì a Roma i funerali del grande Gigi Proietti. Continua in queste ore il cordoglio anche da tutto il Veneto per la scomparsa dell’indimenticabile mattatore, che nel 1972 girò proprio nella nostra regione un film particolare assieme a Monica Vitti || Giorgia e Mario passeggiano lungo i Buranelli a Treviso. Lei moglie insoddisfatta, lui artista ammaliante che fa perdere la testa. Metti Gigi Proietti e Monica Vitti, anno di grazia 1972, nel film di Franco Giraldi “Gli ordini sono ordini”. Il compianto mattatore romano in una pellicola agrodolce e un pò pruriginosa sulla crisi della coppia borghese e lo scenario della Marca gaudiosa.Ma non solo. C’è molto Veneto in questo singolare film dove due stelle del cinema di casa nostra si spostano in scenari ben riconoscibili. Come a Padova, tra Prato della Valle e Piazza delle Erbe, o lungo il litorale di Sottomarina. Lei moglie che non capisce più il marito e sente voci nella testa che le dicono di tradirlo. Tempi di liberazione sessuale. Ed anche l’occasione, nella passeggiata trevigiana ai Buranelli, di apprezzare ancora una volta l’istrionismo del grande Gigi Proietti, omaggiato anche dal Veneto in queste ore di cordoglio che precedono i funerali previsti giovedì nella sua Roma. (Servizio di Nicola Zanetti)


videoid(WZQzEFdnd9Q)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria