05/10/2021 VENEZIA – All’indomani del voto, la politica in primo piano con il presidente Luca Zaia che torna sui presunti contrasti interni alla Lega. “Non esistono due Leghe”, dice il governatore. E ci sono aggiornamenti anche sul fronte dei vaccini Covid. || Lo ripete come un mantra Luca Zaia all’indomani delle amministrative 2021. Non esistono due Leghe, dice ai giornalisti, smentendo anche ricostruzioni di un imminente regolamento di conti ai vertici. I numeri del voto però rimangono ostinati.La Lega vince, anzi stravince in Veneto, mentre arranca altrove nello Stivale, a partire dalle grandi città.Ma anche qui, il governatore getta acqua sul fuoco, ricordando come la Lega non abbia mai conquistato davvero le metropoli.Eppure, gli errori, soprattutto nella scelta dei candidati da Milano a Napoli ci sono stati, come ammesso anche dal leader Salvini.Ma l’analisi di Zaia va oltre la Lega, ci sono l’azzeramento – testuali parole – del 5 Stelle e il travaso di voti da Forza Italia a Fratelli d’Italia. Una partita per il ballottaggio ancora da giocare, e non solo nella sua Conegliano.E’ in questo clima che si continua a giocare la partita dell’autonomia.Politica per una volta prevalente sui temi del Covid – forse anche questo un segno di normalità in un quadro epidemiologico e dei ricoveri in costante discesa.Su tutto, l’annuncio che dal primo novembre si parte con la possibilità del doppio vaccino. – Intervistati LUCA ZAIA (Presidente Regione Veneto) (Servizio di Cristian Arboit)


videoid(MgLeHZVuqrc)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria