05/10/2021 ODERZO – Sola donna tra i vincitori leghisti dei comuni trevigiani, la Scardellato guarda già alla formazione della nuova squadra per Oderzo, e ai progetti da realizzare, già messi in cantiere nel primo mandato. || Unica donna nella squadra di sindaci leghisti neoeletti, Maria Scardellato, al timone di Oderzo per il secondo mandato, con il 70% dei consensi, lascia spazio, all’indomani della vittoria, ad un sospiro di sollievo e di soddisfazione dopo una campagna elettorale difficile, puntellata da colpi di scena e veleni politici. Pragmatismo e lungimiranza, rimbocca le maniche e riprende da dove ha lasciato. L’obiettivo è che alla ex Zanusso trovi spazio un centro sportivo – sul quale si riversano già le attenzioni delle società sportive del territorio – per gli spazi, che consentirebbero attività indoor. Li andrebbe a trovare spazio anche un centro per le disabilità e sarebbe spostata la sede delle associazioni – spiega – attualmente all’ex sede Besta. Dove invece si realizzerebbe una residenza per giovani coppie, con affitti calmierati: l’obiettivo calamitare giovani a OderzoIntanto a bollire in pentola è la nuova formazione per il quinquennio, che – anticipa – «sarà a metà tra i vecchi e i nuovi» – Intervistati MARIA SCARDELLATO (Sindaco di Oderzo) (Servizio di Luisa Bertini)


videoid(PKyQSUHleho)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria