04/10/2021 PADOVA – Sequestrati dalla Guardia di Finanza di Padova beni per due milioni di euro. Scoperta una frode italo slovena nel settore delle concessioni pubblicitarie. || Avevano creato una serie di società cartiere attraverso le quali compravano e vendevano spazi pubblicitari in Italia, gli amministratori di cinque società di cui una con sede in Slovenia, individuati dai militari della guardia di finanza della tenenza di Piove di Sacco. Attraverso un’attenta attività investigativa le Fiamme Gialle hanno ricostruito il meccanismo fraudolento grazie al quale, dopo aver acquisito spazi pubblicitari in Italia, questi venivano ceduti a due società cartiere che, attraverso un’ulteriore passaggio senza alcuna valida ragione economica, trasferivano gli stessi spazi ad altre aziende italiane. La creazione di più passaggi permetteva di fatto di omettere il versamento dell’Iva all’erario per un valore stimato di circa due milioni di euro a fronte dell’emissione di fatture inesistenti per oltre cinque milioni di euro. A conclusione dell’indagine, la guardia di finanza ha dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo di beni per circa due milioni di euro. (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(lpNHM3CQ4ik)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria