02/10/2021 CONEGLIANO – Il caso dell’insegnante di inglese di Conegliano diffamata da 17 famiglie dei suoi alunni, che l’hanno accusata di essere impreparata e assenteista. Lei li ha denunciati e il giudice le ha dato ragione. || E’ durata 4 anni la causa intentata da una maestra di Conegliano, nei confronti dei genitori promotori di una raccolta firme per farla andar via dalla scuola elementare in cui insegnava, le “Pascoli” di via Istria, dell’Istituto comprensivo “Grava”, con l’accusa di essere impreparata e assenteista. Miriam Riccardi, 60 anni, 41 di insegnamento, di fronte a quello scritto che definisce “ingiurioso”, indirizzato a dirigente scolastica e giunta comunale, non ha voluto lasciar perdere, e tramite il sindacato Gilda ha denunciato i genitori per diffamazione. E il giudice, alla fine, le ha dato ragione, prevedendo un risarcimento a favore dell’insegnante, ma lei ha rinunciato, chiedendo piuttosto un’offerta a favore dell’Istituto comprensivo. «Che siano cento euro o mille, a me importa che sia chiaro che ognuno ha il suo ruolo. Punto». – Intervistati MIRIAM RICCARDI (Insegnante) (Servizio di Lina Paronetto)


videoid(DB4GUId86hE)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria