26/09/2021 TREVISO – 130 ragazzini identificati è il bilancio della maxi operazione di sicurezza pubblica messa in piedi ieri dalla Froze dell’ordine. Oggi l’annuncio del sindaco Conte: il Comune si costituirà parte civile || Per la prima volta il Sindaco Mario Conte, dopo l’ingente dispiegamento di forze messo in campo ieri pomeriggio, parla del fenomeno social che ha travolo anche la città senza mezzi termini. Il Comune si costituirà parte civile diventando dunque in fase processuale soggetto danneggiato. Perchè anche ieri non sono mancati episodi di violenza prontamente sedati grazie all’ingente dispiegamento di forze dell’ordine. Al termine del maxi servizio di ordine pubblico disposto dalla Questura dove è stato applicato lo schema, potenziato, dei servizi anti-assembramento, si è tenuto sempre in questura un nuovo tavolo tecnico con la partecipazione di rappresentanti ai polizia, carabinieri, Guardia di Finanza, e Polizia locale: 130 ragazzi sono stati identificati nella zona della stazione Ferroviaria, tutti arrivavano da altri comuni e Regioni, altri 50 sono stati identificati in Via roma. Con ogni probabilità, visto il buon esito di ieri, dalla Questura fanno sapere che sarà attuato un Servizio fotocopia anche sabato prossimo. – Intervistati MARIO CONTE (SINDACO DI TREVISO), MARIA ROSARIA LAGANA’ (PREFETTO DI TREVISO) (Servizio di Anna De Roberto)


videoid(vG6caynLOMw)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria