24/09/2021 ALTIVOLE – Incubo sassi dal cavacavia contro le auto. Due giovani denunciati dalla Polstrada dopo aver colpito vetture in corsa lungo la Pedemontana || La vettura percorre tranquillamente la Superstrada Pedemontana Veneta. Ma in corrispondenza di un cavalcavia, arriva il botto improvviso. Sassi di medie dimensioni si abbattono sul parabrezza, costringendo l’automobilista a sterzare di colpo per fermarsi a lato della carreggiata. Ci sono danni alla carrozzeria, ma è un miracolo se non si consuma una tragedia. Subito dopo, stesso copione, altra vettura coinvolta, altro dramma sfiorato. L’incubo dei proiettili di pietra, che in passato hanno causato tremendi lutti, si materializza all’altezza di Altivole. E’ mercoledì, da poco passate le 18. Anche altre auto di passaggio segnalano quanto sta accadendo, due figure sono state viste armeggiare vicino al cavalcavia e poi nascondersi. Segnalazioni a raffica al centralino della Polizia Stradale: è Bassano a intervenire: dopo essersi sincerati delle condizioni degli automobilisti , recuperano 5 sassi e setacciano la scarpata e la vegetazione vicina. Qui un 19 enne è seminascosto, ma viene bloccato. Poco dopo, un amico 20 enne viene intercettato dopo aver tentato una inutile fuga. Sono entrambi di Altivole, incensurati. Non siamo stati noi – raccontano i due – eravamo qui per scrivere dei graffiti sui muri dell’autostrada. E infatti vengono trovati con le bombole spray. Ma per gli agenti della stradale ci sono pochi dubbi su chi abbia lanciato quei sassi. Entrambi vengono denunciati, ora verranno vagliate le telecamere di sicurezza posizionate nelle vicinanze proprio dei cavalcavia, considerati zone a rischio da quando il fenomeno dei sassi lanciati sulle auto si è diffuso in tutta Italia. Gesti sconsiderati e pericolossimi. Senza la prontezza di chi era al volante in quegli istanti, altre croci avrebbero insaguinato una triste e tragica lista (Servizio di Nicola Zanetti)


videoid(_OUmDyd-5Fc)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria