24/09/2021 TREVISO – Ci sono già decine di ragazzi identificati: tra loro minori e anche ragazze per la rissa di sabato in centro storico. In previsione di domani servizi rafforzati e città tappezzata di occhi elettronici. || Sono bastati pochi giorni e quelle immagini hanno rivelato nomi e cognomi, persone dietro a quella zuffa scoppiata sabato in pieno centro storico. C’era chi picchiava e chi riprendeva, chi incitava, chi guardava senza muovere un dito. Grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza e a quelle delle bodycam degli agenti associate ai profili social gli uomini del comandante Andrea Gallo sono riusciti ad identificare un 21enne di Cornuda che dovrà presentarsi in comando con il suo avvocato. Dovranno invece essere accompagnati dai genitori perchè minorenni, un ragazzo di Paese, una 16enne di Breda di Piave e ed una 17enne di Casier.Un’altra decina di convocazioni per altrettanti ragazzi minorenni sono già partite Il Sindaco Conte ha tappezzato la città di occhi elettronici in previsione di domani quando questi ragazzi potrebbero tornare in centro. Pattuglioni in campo, denunce se sarà necessario, ma il Sindaco questa volta si rivolge ai genitori. Per i minori il comune valuta anche l’impiego in servizi sociali. – Intervistati MARIO CONTE (SINDACO DI TREVISO), MARIA ROSARIA LAGANA’ (PREFETTO DI TREVISO) (Servizio di Anna De Roberto)


videoid(tG2aqJ1viyg)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria