24/09/2021 SANTA LUCIA DI PIAVE – Un gazebo-ufficio all’aperto. Il sindaco-medico Szumski, contrario al vaccino, si prepara per evitare il green pass obbligatorio negli uffici pubblici. || Il gazebo arriverà la prossima settimana, forse già lunedì. E sarà posizionato di fianco al municipio, in quest’area verde, per non intralciare manifestazioni o mercato cittadino. Ufficio all’aperto, perchè Riccardo Szumski, il sindaco-medico di Santa Lucia di Piave, non vaccinato, e da tempo nel mirino dell’Ulss per le sue posizioni contro l’ummunizzazione anticovid e le sue dichiarazioni sulla dittatira sanitaria, non ha alcuna intenzione di cedere all’obbligo del green pass dal 15 ottobre negli uffici pubblici. Contro Szumski intanto è in corso un procedimento disciplinare dell’Ordine dei Medici per appurare l’utilizzo delle terapie domiciliari contro il Covid, suo cavallo di battaglia con un grande seguito tra i pazienti e sul web, all’origine di manifestazioni No vax e No mask a Conegliano e a Milano. Nel frattempo l’Ulss 2 lo ha segnalato all’Ordine anche con l’accusa di aver emesso certificati di esenzione alla vaccinazione a pazienti che non sarebbero suoi, alcuni insegnanti che risiedono in Friuli. Una vicenda della quale il primo cittadino, per ora, non vuole parlare. – Intervistati RICCARDO SZUMSKI (Sindaco di Santa Lucia di Piave), FRANCESCO BENAZZI (Direttore Generale Ulss 2 Marca Trevigiana ) (Servizio di Nicola Zanetti)


videoid(XtAlAhKq5YA)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria