23/09/2021 TREVISO – Risse in città. Il sindaco di Treviso Mario Conte: “i ragazzi stanno riorganizzandosi per tornare e creare problemi”. || Il tam tam sui social è iniziato già da giorni. I ragazzi si stanno riorganizzando per tornare in città e creare scompiglio come accaduto lo scorso fine settimana, incuranti fra l’altro del dispiego di forze di polizia pronte ad attenderli. Si tratta di una minoranza di giovanissimi che continua con le provocazioni tuona il sindaco Mario Conte.“Tutte le segnalazioni che mi arrivano – spiega i sindaco – le giro alle forze di polizia”. Fra l’altro la Polizia locale ha già identificato tre ragazzi che sabato scorso hanno partecipato alla rissa. Si tratta di minorenni, tutti residenti fuori città. Domani saranno contattate le famiglie. Ai ragazzi sono arrivati attraverso le telecamere di videosorveglianza, numerose in città e alle bodycam di cui sono dotati gli agenti di polizia locale. Per loro scatterà la denuncia alla Procura dei minori di Venezia.“ Sappiamo che i ragazzi vengono da fuori città spiega Andrea Gallo, il Comandante della polizia locale quindi controlleremo anche le stazioni ferroviarie e e in quella degli autobus”. Non solo ma nei prossimi giorni annuncia il sindaco Conte ci sarà un vertice con i dirigenti scolastici e l’azienda sanitaria, perché questo è un problema che va affrontato per la città ma non solo:“sopratutto per il bene dei ragazzi che, con delle bravate simili, rischiano di danneggiare il loro futuro – continua il primo cittadino – Sarebbe un peccato se, per questi gesti, si vedessero precluse le porte dell’università o del mondo del lavoro” E’ importante che loro capiscano , l’importanza dei gesti che stanno compiendo termina e i danni che a volte i social network posso causare. – Intervistati MARIO CONTE (Sindaco di Treviso), ANDREA GALLO (Comandante Polizia Locale Treviso) (Servizio di Daniela Sitzia)


videoid(eg62GTCp61I)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria