22/09/2021 CONEGLIANO – Prosecco contro Prosek. Mentre il caso approda in Senato e la Ue acconsente alla pubblicazione in Gazzetta della domanda da parte della Croazia di tutela della denominazione “Prosek”, il presidente del Veneto Zaia annuncia che la Regione ha affidato la difesa della denominazione Prosecco a uno studio legale internazionale. || Se Roma non tutelerà il prosecco, lo farà la Regione Veneto. Da Conegliano, cuore della Docg, il presidente del Veneto Luca Zaia annuncia l’azione legale intrapresa dalla sua amministrazione contro il primo via libera dell’Unione europea al Prosek croato. La Ue ha autorizzato la pubblicazione in Gazzetta della domanda di protezione della menzione tradizionale “Prosek”, il caso oggi è arrivato in Senato, con il ministro delle Politiche agricole Stefano Patuanelli chiamato a spiegare come sia stato possibile che i croati sferrassero un attacco frontale contro la denominazione di origine controllata “Prosecco”.Nell’informativa al Senato, il ministro si è detto intenzionato a dare battaglia per difendere una delle più importanti ed esclusive eccellenze del Paese, ma per Zaia l’iniziativa dei croati doveva essere stroncata ben prima. – Intervistati LUCA ZAIA (Presidente Regione Veneto) (Servizio di Lina Paronetto)


videoid(lg4tkuQTTQs)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria