22/09/2021 MESTRE – La cassazione ha confermato l’ergastolo a Stefano Perale per l’omicidio di Anastasia Shakurova e Biagio Buonomo. E’ stata fatta giustizia, il commento di uno degli avvocati difensori. || Confermata in Cassazione in via definitiva la condanna all’ergastolo per Stefano Perale, l’ insegnante di inglese cinquantenne accusato del duplice omicidio di Anastasia Shakurova, 31enne russa del suo fidanzato 30enne campano Biagio Buonomo. La coppia fu uccisa nella notte il 17 e il 18 giugno 2017 da Perale che li aveva invitati a cena nella sua casa di Mestre. Perale fu condannato all’ergastolo già in primo grado con rito abbreviato, sentenza confermata dalla Corte d’assise d’Appello di Venezia il 25 luglio 2020. La Cassazione ha preso la decisione al termine di una lunga camera di consiglio iniziata ieri e conclusasi in tarda serata, eliminando una circostanza aggravante che però non incide sulla sentenza. Perale fu arrestato dalla polizia poche ore dopo aver commesso quel brutale duplice omicidio. Nel corso delle indagini si scoprì che l’insegnate di inglese aveva invitato a cena le due vittime con un subdolo pretesto e una volta a casa le aveva con un sonnifero nei loro bicchieri, per poi abusare sessuale di Anastasia che era in stato semi incosciente e soffocarla. Era ignaro che la ragazza era incinta di 5 mesi. Successivamente si è accanito sul fidanzato della 31enne uccidendolo a colpi di sprangate in testa. Le accuse nei confronti di Perale sono di duplice omicidio volontario aggravato, violenza sessuale, vilipendio di cadavere e procurato aborto. – Intervistati AVV. MICHELE MATURI, LEGALE FAMIGLIA BUONOMO (AL TELEFONO) (Servizio di Ilaria Marchiori)


videoid(evHrE7GVRIA)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria