21/09/2021 TREVISO – Le discoteche potrebbero riaprire con una capienza al 75% e con green pass, il governo ne discuterà a fine mese. Giannino Venerandi dell’associazione locali da ballo auspica una riapertura senza mascherine || Le discoteche ancora ferme al palo, escluse dal decreto che estende l’obbligo di green pass a tutti i lavoratori a partire dal 15 ottobre. ”Aspettavamo un provvedimento già a luglio, e invece, dice Giannino Venerandi del Silb, siamo fermi da oltre un anno e mezzo nonostante avessimo presentato un protocollo di sicurezza per le riaperture approvato dal Cts. Noi chiediamo solo di poter tornare a lavorare garantendo un divertimento in sicurezza, altrimenti si favoriscono fenomeni di assembramenti incontrollati come accaduto durante l’estate”. Intanto dal governo arrivano segnali positivi per il mondo delle discoteche con il sottosegretario alla salute Costa che assicura che nella valutazione prevista a fine mese potranno essere incluse anche le discoteche ”cui daremo, spiega Costa, una risposta: importante è creare condizioni per riaprile e si può anche iniziare con una capienza del 75% col green pass”. Ancora da chiarire le modalità con cui si accederà alle discoteche dove potrebbe essere richiesto l’uso della mascherina “è indicazione, spiega il sottosegretario che ci darà il Cts, il vaccino non esclude la possibilità del contagio, quindi ad oggi credo che il tema di togliere le mascherine al chiuso sia un tema da rimandare”. Una possibilità che però Venerandi vede di difficile attuazione – Intervistati GIANNINO VENERANDI (Silb) (Servizio di Francesca Bozza)


videoid(baxqMPTWoCI)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria