19/09/2021 TREVISO – Nella settimana in cui si ricordano i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri per la consueta rubrica della domenica il professor Carlo Fassetta ci fa scoprire una formella carica di storia. || Ha scelto la terzina del purgatorio il professor Fassetta per raccontarci il sottile filo che lega Dante a questa formella. Una terzina che il divin poeta ha dedicato al buon Gherardo ovvero ad uno dei signori che hanno governato la Treviso medievale.Strano destino per quest’uomo che ha comandato la marca trevigiana. Tumulato nella chiesa di San Francesco a cui pare fosse devoto qualche secolo piu’ tardi scomparve quando la tomba fu smantellata dagli stessi frati.Quante storie racconta questa formella finita tra i clacinacci della chiesa sconsacrata da Napoleone e oggi finita grazie ad un impresario ottocentesco vicino alla fonte battesimale della rinnovata chiesa di San Giuseppe. Gia’ perche’ sempre da questa pietra lavorata come dire si scopre un altro altarino della storia questa volta legato non tanto alla chiesa quanto al suo campanile. – Intervistati Prof. CARLO FASSETTA (Ricercatore storico) (Servizio di Lucio Zanato)


videoid(fyqgNmeyY58)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria