18/09/2021 TREVISO – In primo piano gli effetti del green pass nella Marca. Mentre sono dieci gli insegnanti già sospesi, la Provincia con Mom sta monitorando il fronte degli autisti del trasporto pubblico locale. “Pronti alle sostituzioni”, dice il presidente della Provincia. Dall’Assessore Donazzan l’appello ad abbassare i toni: “Evitiamo estremismi” || Pronti a sostuire i dipendenti pubblici senza green pass, a cominciare da quegli autisti della Mom che non provvederanno a vaccinarsi o a effettuare il tampone.Le proiezioni – al momento – non sono da sottovalutare, soprattutto se si guarda all’aspetto organizzativo e al fatto che spesso gli autisti di pullman non sono facilmente reperibili.La linea della Provincia – ente competente in materia di edilizia scolastica e trasporti – è questa a due giorni dall’ok all’estensione dell’obbligo di green pass a tutti i lavoratori – pubblici e privati – e a una settimana esatta dall’inizio della scuola. Avvio – che dice il Presidente – è stato positivo nel terzo anno contrassegnato dalla pandemia.Altro fronte, quello dei docenti già sospesi per non aver presentato il green pass e che si trovano senza stipendio. Una decina nella Marca.Numeri che sono ridotti anche nel resto del Veneto, a fronte di 95 mila insegnanti e collaboratori scolastici. E a propsoito dei prof no vax dall’assessore regionale Donazzan arriva un appello: “Abbassiamo i toni ed evitiamo gli estremismi”, dice. – Intervistati STEFANO MARCON (Presidente Provincia Treviso), ELENA DONAZZAN (Assessore Istruzione Regione Veneto) (Servizio di Cristian Arboit)


videoid(hwknPxYyyAo)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria