18/09/2021 MESTRE – Start Up. Il presidente di Unioncamere Veneto Mario Pozza, si appella al Governo affinché riveda lo schema di decreto legislativo che esclude la possibilità di registrarsi direttamente con la camera di commercio. “Un danno enorme per i giovani”, commenta. || La digitalizzazione è diventata ormai un elemento essenziale dell’innovazione per le imprese, ecco che le start up diventano il valore aggiunto. Il presidente di Unioncamere Veneto Mario Pozza, però, esprime forte preoccupazione per quanto sta accadendo nelle commissioni di Camera e Senato sul futuro delle start up nelle camere di commercio. “Cosi si reca un enomre danno ai giovani che vogliono fare impresa in Italia, commenta. Poi non meravigliamoci se vanno all’estero”.Tra l’altro i costi registrandosi presso le camere di commercio sarebbero decisamente diversi rispetto a quelli dei notai, il che non è poco per un giovane che sta decidendo di entrare in questo mondo. – Intervistati MARIO POZZA (PRES. UNIONCAMERE VENETO E CAMERA COMMERCIO TV BL DOLOMITI) (Servizio di Ilaria Marchiori)


videoid(I1xHkEWMUTc)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria