18/09/2021 RUBANO – Fiori fuori dalla casa di Dojana Cerqueni la donna di 60 anni uccisa dall’anziano padre nel giorno del suo compleanno. Il figlio si interroga “perchè quell’uomo aveva un’arma?” || “Abbiamo perso una grande donna, il collante della famiglia” sono le uniche parole che Michele Nicoletti figlio di Dorjana Cerqueni ci dice a telecamere spente. Sconvolto, distrutto dal dolore. La madre uccisa con due colpi sparati a bruciapelo da un nonno che lui non aveva mai conosciuto. Michele ha un solo ricordo di Stellio, un uomo pieno di rancore che aveva visto una sola volta, “c’è da chiedersi perchè una persona del genere avesse un arma” ci dice prima di rientrare in casa. Stellio Cerqueni 88enne di Monfalcone si è presentato all’ora di pranzo nel giorno del 60esimo compleanno della figlia Dorjana, una visita che lei certo non si aspettava. La donna è uscita in strada ed è iniziata la lite, il padre anziano ha estratto l’arma e ha fatto fuoco prima contro la figlia e poi un proiettile l’ha riservato per lui. Un omicidio quasi sicuramente premeditato visto che è partito da Monfalcone armato. All’origine del gesto un risentimento che durava da oltre trent’anni nei confronti della figlia che aveva sposato il suo ex socio in affari Galdino Nicoletti. Dorjana era molto amata dalla sua famiglia, ha cresciuto i tre figli avuti dal marito durante un primo matrimonio come fossero suoi e poi era nato Michele che oggi deve affrontare la perdita della mamma in un modo che mai avrebbe immaginato. La procura ha aperto un’indagine che verrà arichiviata per la morte del reo, l’arma usata da Stellio Cerqueni per uccidere è stata sequestrata. (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(S3mWwQGnzdY)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria