17/09/2021 PADOVA – Green pass esteso a tutti i lavoratori dal 15 ottobre, tra nodi da sciogliere e contraddizioni, sostengono dalla Cgil. E le farmacie si preparano all’assalto tamponi || Green pass esteso a tutti i lavoratori a partire dal 15 ottobre, decreto fresco di voto, che estende la certificazione verde non solo alla pubblica amminstrazione come si era pensato in un primo momento, ma a tutti i luoghi di lavoro. Nodi da sciogliere e incongruenze messe sotto la lente d’ingrandimento dei sindacati che hanno visto bocciare la proposta di rendere i tamponi gratuiti, almeno in questa fase. Il nodo cruciale riguarderà – sostiene Dario Verdicchio, Segretario della Cgil padovana – le aziende con meno di 15 dipendenti che costituiscono la gran parte del nostro tessuto imprenditoriale. Sindacato che valuta il green pass come scelta contraddittoria del Governo, alla quale avrebbe preferito l’obbligo di vaccinazione. Dall’altro fronte, anche i farmacisti mettono le mani avanti, prevedendo un ulteriore assalto al tampone: già adesso c’è chi per ottenere il green pass, prenota il tampone ogni 3 giorni affollando le farmacie, e rallentando l’attività ordinaria – Intervistati DARIO VERDICCHIO (Segretario CGIL Padova), PATRIZIA ZENNARO (Presidente Federfarma Padova) (Servizio di Luisa Bertini)


videoid(Pidu1-mZeog)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria