15/09/2021 TREVISO – Caso Prosek, la politica si sta mobilitando a tutela del prosecco nostrano. “Porterò la questione al G20 dell’Agricoltura”, dice l’Assessore regionale Caner. Mercoledì prossimo il ministro Patuanelli relaziona al Senato. || Arriverà direttamente sul Tavolo del G20 dell’Agricoltura a Firenze, previsto nel fine settimana, il dossier Prosek nei giorni in cui si è scatenata la tempesta perfetta con l’avvio ufficiale – da parte dell’Europa – del riconoscimento del vino bianco croato.Una partita ancora tutta da giocare. “L’Italia dovrà far sentire la propria voce”, dice Angela Colmellere.La posizione ufficiale dell’Italia sarà presentata mercoledì prossimo dal ministro delle politiche agricole, Stefano Patuanelli nel corso di un’informativa in Aula al Senato.Ma ad attendere una presa di posizione forte dell’Italia in Europa sono tutti i coltivatori di prosecco. In ballo c’è una filiera territoriale che non ha eguali.”Sarebbe un danno inennarabile”, dice un produttore, Simone Rech. – Intervistati FEDERICO CANER (Assessore Agricoltura Regione Veneto), ANGELA COMELLERE (Deputata Lega), SIMONE RECH (Produttore) (Servizio di Cristian Arboit)


videoid(R7uCvLZeOnE)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria