14/09/2021 MILANO – A Milano forte partecipazione di lavoratori veneti all’assemblea nazionale dei delegati CGIL. Tra i vari problemi evidenziati,un allarme sulla sempre maggiore diffusione del lavoro precario. || Da tutte le province del Veneto sono partiti all’alba in centinaia – in autobus, in treno, con le auto private – in rappresentanza di tutti i settori produttivi e del pubblico impiego. A Milano lo slogan dell’assemblea nazionale delle delegate e dei delegati della Cgil è “il domani si cambia oggi”, le parole d’ordine: coesione e giustizia sociale contro la precarietà del lavoro. Nel secondo trimestre 2021 i più recenti dati Istat registrano un aumento solo del lavoro a tempo determinato (+ 8,3%, rispetto al primo trimestre), e addirittura un’ulteriore riduzione del lavoro stabile (- 2,2%). Stefano Cassarà ad esempio è arrivato da Noventa diPiave per sostenere la voce dei lavoratori veneziani del settore metalmeccanico: un comparto nel quale denuncia un diverso trattamento contrattuale nei confornti dei lavoratori più giovani. – Intervistati CHRISTIAN FERRARI (SEGRETARIO GENERALE CGIL VENETO), STEFANO CASSARA’ (Servizio di Filippo Fois)


videoid(vcOPoDUYtXE)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria