14/09/2021 VICENZA – Omicidio di Rita Amenze a Noventa Vicentina. Continua a tacere il marito ma fa ritrovare la pistola || Nella giornata dell’udienza di convalida dell’arresto Pierangelo Pellizzari, 61 anni, si è avvalso nuovamente della facoltà di non rispondere ma alla ha fatto un piccolo passo ha reso delle dichiarazioni spontanee un passo in avanti dopo che già nel primo interrogatorio si è chiuso nel silenzio, avvalendosi della facoltà di non rispondere. L’uomo ricordiamo è accusato di omicidio aggravato, 4 i colpi d’arma da fuoco sparati alla moglie Rita Amenze 31 anni, nel cortile dell’azienda dove la donna lavorava a Noventa vicentina. Nei suoi confronti anche le accuse di porto abusivo d’arma, rapina aggravata e minaccia aggravata. Ancora molti i punti oscuri da chiarire e ai quali trovare delle risposte in primo luogo il movente, quelle 30 ore di fuga dove le ha passate, qualcuno lo può aver aiutato. Domande alle quali dare delle risposte e sulle quali stanno lavorando i carabinieri coordinati dai pubblici ministeri Hans Roderich Blattner e Angelo Parisi. Si dice addolorato Pierangelo Pellizzari ma rimane nel suo silenzio. Una tragedia quella di Noventa Vicentina che ha sconvolto anche la sua famiglia – Intervistati MICHELE ALBERTAZZI (Legale Pierangelo Pellizzari), NICOLA BIANCHI (Comandante carabinieri Vicenza) (Servizio di Gabriella Basso)


videoid(kTxDOu75wxM)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria