09/09/2021 VICENZA – Terapia con gli anticorpi monoclonali: all’ospedale San Bortolo di Vicenza sono già 126 i pazienti trattati con successo. || La guerra al Covid non si combatte solo sulla prima linea della campagna vaccinale. C’è di più. Ci sono anche le cure. Ci sono gli anticorpi monoclonali sperimentati con successo in Veneto. Dall’inizio della pandemia all’ospedale San Bortolo, ci sono stati 126 vicentini malati di Covid trattati con questa terapia all’avanguardia, che prevede un’infusione endovena della durata di un’ora ed un’altra ora di monitoraggio del paziente: Su 126 malati trattati con gli anticorpi monoclonali, 67 pazienti hanno concluso il follow-up previsto ad un mese, tutti sono guariti dall’infezione e solo un paio hanno dovuto purtroppo ricorrere al ricovero ospedaliero. Aspetto molto importante, da mettere in evidenza: non si sono registrati eventi avversi significativi legati alla somministrazione degli anticorpi. Una terapia che si è rivelata vincente, efficace se somministrata entro il decimo giorno dall’inizio dell’infezione, e riservata ad adulti e bambini over 12 con Covid già accertato, con sintomi lievi o moderati, ma a rischio elevato di aggravamento. Fondamentale, dunque, il ruolo del Medico di Medicina Generale o del Pediatra, da cui dipende la tempestività della diagnosi e la selezione dei pazienti per i quali il trattamento è indicato.Insomma, la sanità ha sempre più armi per combattere il Covid. Guai abbassare la guardia, ma oggi, finalmente, si vede una luce in fondo al tunnel dell’epidemia. – Intervistati VINICIO MANFRIN (Direttore UOC Malattie Infettive) (Servizio di Carlo Alberto Inghilleri)


videoid(xYv-fx4soO8)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria