30/08/2021 ROTZO – Fissata la data per l’autopsia sulla salma di Aldo Pellizzari. La Prefettura ha deciso di non commissariare Rotzo, e quindi l’attuale vicesindaco Caterina Zancanaro sarà reggente fino alle prossime elezioni || C’è silenzio per le vie di Rotzo e poca voglia di parlare. Tanto è il dolore per quanto successo venerdì scorso, quando si è diffusa la notizia della tragica scomparsa di Aldo Pellizzari. La famiglia ha chiesto di far luce sulle cause del decesso ed è stata disposta l’autopsia sulla salma che verrà effettuata domani. Al momento non si conosce il giorno per il rientro del corpo a Rotzo anche se, verosimilmente, avverrà verso la fine di questa settimana. I rotzesi, la sua gente, non riesce a capacitarsi di aver perso un sindaco, una “brava persona” come lo definiscono in tanti, un amico per chi condivideva con lui l’amore nei confronti del paese e della montagna. Si sta pensando ad una fiaccolata in sua memoria e ad altre iniziative commemorative, ma prima serve capire quando si potranno svolgere i funerali. Parallelamente va avanti, perchè deve andare avanti, la vita amministrativa del Comune. La Prefettura ha deciso di non commissariare Rotzo, e quindi l’attuale vicesindaco Caterina Zancanaro sarà reggente fino alle oramai prossime elezioni. Vengono sciolti sia il Consiglio Comunale che la Giunta, ma si potrà deliberare ugualmente. Qualche settimana fa Aldo Pellizzari avrebbe fatto sapere ai componenti della sua lista civica “Insime per Rotzo” che non si sarebbe ricandidato a sindaco. Tutto era ancora da delineare, adesso si dovrà convivere col dolore e gestire la situazione. Sembra che nemmeno Caterina Zancanaro abbia dato la propria disponibilità a candidarsi, pur confermando il suo impegno in lista. Si attende dunque chiarezza, sotto tutti i punti di vista. (Servizio di Alex Iuliano)


videoid(2ruy7pk6R-U)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria