TREVISO – E’ stata inviata un’informativa al ministero dell’Interno relativa alla manifestazione di ieri sera in Piazza dei Signori a Treviso. Dalla prefettura il rapporto che ha sottolineato come non ci siano stati episodi come a Milano o a Napoli ma che purtroppo assembramento e i distanziamenti non rispettati che, avverte il prefetto Lagana non saranno piu’ tollerati. || Il mancato distanziamento tra le persone di ieri sera in piazza dei signori e’’ uno dei risvolti negativi di una manifestazione che si e’ svolta nel segno di civilta’ e democrazia. E quanto ha sottolineato la prefettura nel rapporto inviato questa mattina al ministero dell’interno. Ben diverso di quanto e’ accaduto a Milano e a Napoli dove certamente ai manifestatnti si sono mescolate frange estremiste qui tenute a debita distanza. L’assenza di bandiere di partito pero’ non ha impedito secondo il prefetto ai politici di prendere parola con toni un po’ sopra le righe.Di certo anche Treviso ha inviato a Roma un forte segnale di scontento ma sempre tutto sommato nei binari della legalita’. Un fatto importante per il prefetto che pero’ indica le restrittezze di questo periodo come pegno da pagare per poter poi vivere piu’ liberamente l’ultimo periodo dell’anno.Per questo e’ chiara l’indicazione del prefetto che avverte: manifestazioni come quella di ieri sera in Piazza dei Signori non saranno piu’ tollerate. – Intervistati MARIA ROSARIA LAGANA’ (Prefetto di Treviso) (Servizio di Lucio Zanato)


videoid(UQdqN0xPIeI)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria