28/08/2021 MIRANO – A pochi giorni dalla ripartenza, è caos nel mondo della scuola per quanto riguarda i controlli del green pass per i docenti, le sostituzioni per chi verrà sospeso, e gli ingressi ad orari differenziati || Scuola nel caos a pochi giorni dalla ripartenza. E Presidi sul chi va là, in attesa dei chiarimenti dell’ultim’ora, come ormai succede da più di un anno. L’obbligo di green pass per docenti ed operatori del mondo scolastico scatta dal primo di settembre, ma al momento non ci sono direttive su come dovrà essere esercitato il controllo. E l’annuncio di queste ore del Ministro Bianchi apre le porte all’utilizzo di una piattaforma web. Cosa più facile a dirsi che a farsi, sia perchè in istituti come il Majorana Corner, che da solo conta 130 docenti e 30 dipendenti del personale Ata, non è immediata, sia perchè il problema green pass solleva la questione delle sospensioni per chi non lo possiede, e delle relative sostituzioni temporanee. Di pari passo corre il nodo dei trasporti. Basti pensare che in questo polo scolastico, il secondo più grande della provincia di venezia, gravitano circa 4500 studenti al giorno. Ed è impellente per i dirigenti la necessità di stilare orari differenziati di ingresso e di lezione – Intervistati MONICA GUARALDO (Vicepres. Associazione Nazionale Presidi Venezia) (Servizio di Luisa Bertini)


videoid(0Q5Z8whhwVM)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria