28/08/2021 PIEVE DEL GRAPPA – Vaccinazioni ad accesso diretto in municipio a Paderno di Pieve del Grappa. Per l’Ulss 2 il bilancio è positivo, ma tra i vaccinati c’è ancora chi è dubbioso. Tanti anche gli stranieri. || Le vie che portano al vaccino sono infinite e dove si pecca di convizione, arriva una dose di realismo.Francesco, giovane autista, ha così scelto di vaccinarsi all’Open day allestito in municipio a Paderno, per quell’area pedemontana che resta tra i territori più restii all’immunizzazione.Il bilancio – per l’Ulss – è complessivamente buono. Un centinaio le persone vaccinate solo nella mattinata.Variegata la platea, tanti i residenti di origine straniera con problemi di mobilità. Molte donne marocchine.E a proposito di minori, i più giovani con rispettivi genitori sono stati accolti da due pediatre di libera scelta, che parlano di una risposta positiva, anche in vista dell’avvio delle scuole.Emblematica la storia di Egidio, colpito duramente dal Covid a Pasqua, 11 i giorni di ricovero a Montebelluna. “Eppure sul vaccino ho ancora dei dubbi ma lo faccio”, dice.Per i sanitari dell’Ulss 2 però la vaccinazione resta l’unica arma, questo il messaggio del Dipartimento di Prevenzione. – Intervistati MARIA DOMENICA PEDONE (Dipartimento Prevenzione Ulss 2), CAMILLA MONTINI (Pediatra di libera scelta), SILVIA ZOPPI (Pediatra di libera scelta), EGIDIO BASSO (Servizio di Cristian Arboit)


videoid(tOjrqQw2xLI)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria