27/08/2021 PADOVA – Si è svolta ieri sera l’autopsia sul corpo del piccolo Giacomo il bimbo di Porto Viro morto dopo essere stato visitato in tre ospedali. || Una sospetta malformazione al cuore mai scoperta prima della tragedia avvenuta lunedì mattina dopo le visite in tre ospedali. Giacomo Lionello, il bimbo di 5 anni di Porto Viro morto in Pediatria a Padova dopo essere stato visitato negli ospedali di Adria e Chioggia avrebbe avuto una malformazione cardiaca. Questo quanto emerso dall’autopsia ordinata dal pubblico ministero Marco Peraro e svoltasi giovedì sera. Tuttavia sono necessari altri accertamenti medici e così il cuore del piccolo verrà esaminato – su mandato della Procura – anche dalla direttrice della Patologia Cardiovascolare che dovrà capire se la malformazione di cui era affetto Giacomo poteva essere mortale. Il bimbo si era sentito male tra sabato e domenica: vomito e mal di pancia. I genitori lo hanno portato prima ad Adria e dopo le dimissioni visto che stava ancora male erano corsi in ospedale a Chioggia dove il bambino ha avuto i primi arresti cardiaci. I medici hanno così deciso il trasferimento a Padova centro di eccellenza, ma il bimbo è arrivato in condizione critiche ed è deceduto dopo poche ore. Il presidente della Regione Luca Zaia ha inviato gli ispettori nei tre ospedali veneti, è stata disposta anche l’acquisizione delle cartelle cliniche. L’avvocato della famiglia del piccolo, Luigino Maria Martellato ha fatto sapere che i genitori hanno dato il via libera all’espianto degli organi di Giacomo. (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(cw9IADH5ads)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria