27/08/2021 VENEZIA – Sindacati e opposizioni politiche sul piede di guerra contro Actv e comune dopo l’ennesima aggressione avvenuta a bordo di un vaporetto a danno di due dipendenti. || Comune e Azienda di trasporto sotto attacco dopo l’aggressione di mercoledì sera sulla linea 1, all’altezza della fermata Salute. Mentre il gruppo Avm rassicura la cittadinanza sullo stato di salute dell’equipaggio i sindacati chiedono l’intervento del prefetto Zappalorto affinché intervenga. “In carenza di idonee e adeguate risposte, scrivono inviando comunicazione anche al ministero delle Infrastrutture e alla Commissione di garanzia., applicheremo quanto disposto dalle norme in materia di sicurezza, a fronte di questa ulteriore aggressione per cui la sola solidarietà non è più sufficiente. Da mesi denunciamo la situazione di esasperazione, continuano, che sfocia in preoccupanti disservizi. Questo mentre l’opposizione in consiglio comunale annuncia una manifestazione al Lido il 4 settembre, nel pieno della Mostra del Cinema, puntando il dito contro i disservizi la gestione, oltre a un’assemblea pubblica cittadina venerdì alle 18.30 al conservatorio Benedetto Marcello. “Partecipiamo tutti, scrivono, per denunciare l’inadeguatezza della dirigenza Actv e della giunta che è la prima responsabile delle scelte che hanno portato il caos del trasporto pubblico in città». – Intervistati ALESSANDRO BAGLIONI (CONSIGLIERE COMUNALE PD) (Servizio di Ilaria Marchiori)


videoid(iDcomAIm2ss)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria