19/08/2021 VENEZIA – E’ salva ed è arrivata a Roma da Kabul la sorella del ristoratore veneziano, Zahra Ahmadi l’attivista per i diritti delle donne afgane in fuga dai talebani || Zahra Ahmadi, 32 anni ,attivista dei diritti umani sorella del ristoratore veneziano Hamed, è atterrata da Kabul a Fiumicino alle 13.52 a bordo del Kc 767 dell’Aeronautica militare italiana. Con lei a bordo altri 202 cittadini civili afghani, tra cui molti attivisti, tutti in fuga dai talebani. Se fossero rimasti a Kabul come Zhara avrebbero messo a serio rischio la propria vita in quanto impegnati sul fronte della lotta per la tutela dei diritti fondamentali di donne, bambini, uomini. Zahra sabato scorso aveva partecipato infatti ad una manifestazione contro l’avanzata dei talebani in Afghanistan. Il fratello, lo chef veneziano Hamed Ahmadi ha viaggiato tutta la notte per arrivare a Fiumicino per poterla salutare, sebbene a distanza. Con la sorella Zahra, non si vedevano da più di 10 anni, l’ultima volta era stata nel 2006. Zahra Ahma di, ora prima di arrivare a Venezia dovrà attenersi, insieme agli altri connazionali, alla prevista profilassi sanitaria: ovvero alla quarantena di 10 giorni legata al Covid «Grazie a tutti italiani…- scriveva poche ore fa lo chef veneziano Hamed sulla sua pagina Fb- Grazie ITALIA… ma come Zahra abbiamo il dovere di aiutare anche altri. Da una parte sono felice, dall’altro sono triste perché Zahra è una sola e, così come lei, ci sono 16 milioni di donne. Se poi  aggiungiamo anche i bambini, il numero  raddoppia», scrive sempre via social. Grande l’emozione da lui suscitata sull’opinione pubblica quando temendo per le sorti della sorella aveva chiesto l’aiuto della macchina politico-diplomatica, attivatasi da subito (Servizio di Annamaria Parisi)


videoid(kBlUeFAdvb4)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria