19/08/2021 GOSALDO – Vaia purtroppo non è solo un ricordo: le sue conseguenze si avvertono ancora oggi.Ecco, per esempio, la situazione a Gosaldo. || A Gosaldo, nelle zone colpite dal maltempo del dicembre 2020 i danni sono ancora ben visibili, e si sommano alle conseguenze di Vaia. Per questo motivo sindaco, presidente della Provincia di Belluno Roberto Padrin e Consigliere Delegato alla difesa del suolo, Massimo Bortoluzzi, hanno fatto un sopralluogo per valutare le possibili strategie di intervento come spiega lo stesso primo cittadino: “Nel nostro Comune, da Vaia in avanti ogni evento meteo un po’ più forte del normale ha provocato danni”, accompagnato dalla vicesindaca Florinda Cialdella e dall’assessore ai lavori pubblici Gian Vittorio Marcon. “Le difficoltà di un paese di montagna sono acuite da tanti problemi che abbiamo la necessità di risolvere. Per questo -ha aggiunto il primo cittadino- ringrazio la Provincia per l’attenzione che sta riservando al nostro territorio”.In particolare, il sopralluogo ha messo sotto la lente la viabilità, che a Gosaldo significa oltre 60 chilometri di strade tra provinciali, comunali e secondarie. In località Corde Mole la Sp3 sta cedendo in un tratto, a causa di una frana storica; la stessa strada provinciale ha necessità di ripulire gli alvei dei rii minori in prossimità dei ponti, che altrimenti rischiano di fare tappo al prossimo evento meteo. A Ren invece i due ponti crollati a dicembre sono stati sostituiti da una pista provvisoria che ha bisogno di essere resa stabile, per consentire ai residenti di raggiungere le loro abitazioni in sicurezza (oggi invece l’accesso non è possibile se non per piccoli mezzi). Infine, la località di Laveder presenta ancora una linea elettrica a terra.”A Gosaldo il maltempo di dicembre ha fatto danni equiparabili a quelli di Vaia, come mi ha spiegato il sindaco -ha commentato il presidente Padrin-. Ho voluto vedere di persona gli effetti del meteo e le segnalazioni del Comune di Gosaldo, perché intervenire in queste zone significa garantire la permanenza delle persone in montagna ed evitare che i danni si ripercuotano a valle. Dob – Intervistati STEFANO DE ZANCHE (SINDACO GOSALDO) (Servizio di Fabio Fioravanzi)


videoid(IeQ1tLv3TGE)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria