12/08/2021 ALTOPIANO – Scatta l’effetto Ferragosto sul turismo dell’Altopiano dei sette Comuni, già preso d’assalto questa mattina da un numero notevole di turisti e visitatori || Parte con il botto il weekend lungo dell’Altopiano dei Sette Comuni, letteralmente preso d’assalto a qualche giorno da Ferragosto da un volume di turisti e visitatori che la dice lunga sull’appeal delle terre alte vicentine: la mattinata si è aperta con l’arrivo in zona di migliaia di persone che in sostanza ha trasformato il costo, da Caltrano fino ad Asiago, in un lungo serpentone di auto e motociclette. Il traffico sulla provinciale, che rappresenta l’accesso privilegiato ai Sette Comuni dalla rete autostradale, è stato molto sostenuto sino al primo pomeriggio con tutte le conseguenze del caso. Fra Tresché Conca e Canove si sono create, a causa dell’immissione nella viabilità locale del traffico di gitanti e vacanzieri, lunghe colonne che sono state smaltite solamente in tarda mattinata. Idem per le aree di sosta asiaghesi e per il centro di Gallio, dove si sono verificati anche alcuni rallentamenti in giornata. La situazione, comunque sotto controllo, rappresenta probabilmente l’anteprima di quel che si vedrà in Altopiano fra sabato e domenica: complice il gran caldo che sta opprimendo la pianura, saranno moltissimi i veneti che saliranno per cercare un po’ di frescura – tra una passeggiata nel corso e l’altra – fra le malghe, i prati e i boschi del comprensorio. (Servizio di Ferdinando Garavello)


videoid(ygzvsvK-ltY)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria