11/08/2021 CAVALLINO TREPORTI – E’ stata molto rapida la risposta della costa veneziana al provvedimento del governo tedesco che prevede il test negativo per i turisti tedeschi in vacanza all’estero. Saranno migliaia i tamponi effettuati quotidianamente in Veneto Orientale. || Non tutti lo sanno, ma con oltre sei milioni di presenze Cavallino Treporti è la seconda spiaggia d’Italia e in assoluto la sesta destinazione turistica italiana. In località come questa, e sulla costa veneziana più in generale, l’organizzazione del turismo sulla costa veneziana nell’epoca del Covid si misura anche dalla capacità e rapidità di offrire risposte a nuove situazioni, come ad esempio l’obbligo di tampone per le migliaia di turisti tedeschi che devono rimpatriare. L’azienda sanitaria del Veneto Orientale ha predisposto una rete per la ricerca del virus che consentirà di effettuare più di .6000 tamponi giornalieri. A Cavallino Treporti Paolo Bertolini è presidente del più grande parco turistico d’Europa. Sul litorale veneziano – dice – la situazione del comparto è tornata a livelli molto buoni. I tamponi che si stanno effettuando a tappeto non stanno trovando positivi, segno secondo Bertolini che i protocolli adottati in Italia sono adeguati e in fondo neppure difficili da applicare. Basta rispettare le regole e avere un po’ di pazienza. – Intervistati PAOLO BERTOLINI (PRESIDENTE PARCO TURISTICO CAVALLINO TREPORTI) (Servizio di Filippo Fois)


videoid(1vTDcuDXm-c)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria