11/08/2021 VENEZIA – Sono 1.396 i tamponi a pagamento effettuati nella giornata di ieri nelle Ulss del Veneto, primo giorno della modalità decisa dal nuovo piano di sanità pubblica regionale. Intanto nelle ultime 24 ore 620 nuovi casi positivi, il maggior numero, 130, nella Marca. Il picco della cosiddetta “quarta ondata” è atteso per Ferragosto || L’aumento c’è, graduale, ma concreto. E lo certifica anche l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali. Mentre il tasso di occupazione ospedaliera di pazienti Covid nei reparti di area non critica resta al 5%, a livello nazionale, il Veneto vede un aumento dell’1 % di ricoverati nelle ultime 48 ore, arrivando al 3 %. A raccontare quanto pesi l’efficacia del vaccino sono i grafici delle curve che raccontano la storia della pandemia da un anno e mezzo a questa parte. Salta all’occhio un dato : la curva dei contagi oggi è addirittura più alta di quella di aprile 2020, in piena prima ondata. Mentre la curva dei ricoveri odierni è nettamente più bassa rispetto allo stesso periodo. Cosa è cambiato? In quei mesi il vaccino non c’era. L’immunizzazione – detto in parole povere – serve principalmente per non finire in ospedale e non mettere in ginocchio i reparti, soprattutto le terapie intensive. – Intervistati MASSIMO GUERRIERO (Epidemiologo) (Servizio di Nicola Zanetti)


videoid(Fk3GTCGQ6K4)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria