08/08/2021 CIMADOLMO – Soraya Paladin ciclista su strada, è tornata da Tokyo. L’abbraccio del paese. || Accolta in un grande abbraccio, Soraya Paladin, questa mattina in piazza a Cimadolmo ha voluto ringraziare e salutare quanti l’hanno sostenuta. E’ appena tornata dalle olimpiadi di Tokyo e suoi occhi brillano, un’esperienza dice indimenticabile. Ciclista su strada. Ha raggiunto il traguardo delle olimpiadi dopo tanti sacrifici e molta determinazione come ci spiega il papà. Il nostro motto è sempre stato se puoi sognarlo puoi farlo, poi lancia un appello a tutti i giovani“Il monito che voglio a tutti i genitori che hanno dei bambini, dice Lucio Paladin, papà di Soraya, è quello di fargli praticare dello sport perché è una scuola di vita”.In tanti hanno voluto salutare Soraya in prima fila il vice sindaco di Cimadolmo Chiara Lovat ed il presidente della Pro Loco di Cimadolmo Graziano Dall’Acqua.A Tokyo racconta Soraya è stata un’olimpiade strada: “a causa del covid eravamo super controllati. Potevamo uscire solo per fare allenamenti ed abbiamo dovuto dare tantissimi tamponi”. – Intervistati SORAYA PALADIN (Ciclista), LUCIO PALADIN (Papà di Soraya), CHIARA LOVAT (Vice sindaco Cimadolmo), GRAZIANO DALL’ACQUA (Presidente Pro Loco Cimadolmo) (Servizio di Daniela Sitzia)


videoid(5Eqy92b3kpI)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria