06/08/2021 VENEZIA – «Bene al green pass a docenti e studenti universitari, cosI’ si torna in presenza» a dirlo i 4 rettori degli altrettanti atenei veneti, che plaudono all’introduzione del certificato verde per garantire agli studenti la pienezza della vita universitaria || Frequentare l’Università in presenza è l’obiettivo. E allora l’introduzione del green pass per il personale universitario e per gli studenti universitari annunciata ieri, rappresenta per i 4 Rettori degli atenei veneti un invito alla vaccinazione ben accetto. Sottoscrivono e fanno propria l’iniziativa, in un comunicato congiunto in cui si dicono pronti a riaprire le aule, restituendo agli studenti la pienezza della vita universitaria nel rispetto delle norme di sicurezza. Al tempo stesso – confermano nel comunicato – sono state predisposte misure e servizi validi per l’intera durata del percorso formativo – anche al di là dell’emergenza sanitaria – dedicati ad alcune specifiche categorie di studenti impossibilitati a frequentare le lezioni, forti dell’esperienza di didattica a distanza maturata in quest’anno e mezzo. Presto per tracciare le difficoltà di gestione di questa introduzione all’obbligo di green pass all’Università, così come ancora non si parla di chi tra il personale non vorrà aderire – Intervistati ALBERTO FERLENGA – RETTORE IUAV (Al telefono), TIZIANA LIPPIELLO – RETTRICE CA’FOSCARI (Al telefono) (Servizio di Luisa Bertini)


videoid(D_Qi8ZIKqMM)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria