04/08/2021 PONTE DI PIAVE – Lavori socialmente utili in Comune per alcuni giovani che hanno contratto il Covid durante feste abusive. La decisione è del comune di Ponte di Piave || Contagiati e in quarantena: alcuni ragazzi di Ponte di Piave da casa stanno svolgendo dei lavori socialmente utili per il loro Comune. Inseriranno all’interno del portale on line della biblioteca comunale dei dati che quotidianamente vengono inviati loro. Un gesto di responsabilità da parte di questi giovani cui il primo cittadino si è rivolto personalmente chiamandoli a casa, dopo aver saputo del contagio contratto in una delle feste abutive di alcune settimane fa nel trevigiano, da cui hanno avuto origine due focolai. Hanno collaborato per il Comune anche due ragazze di ritorno da Londra entrambe contagiate nel corso della prima ondata. Nessun obbligo , certo, ma una buona pratica che potrà essere d’esempio anche per altri ragazzi che con le loro scelte, consapevoli, hanno contribuito a diffondere il virus in un momento in cui autorità sanitarie, medici, infermieri, enti locali, stanno facendo il possibile per debelllare. – Intervistati PAOLA ROMA (SINDACO PONTE DI PIAVE) (Servizio di Anna De Roberto)


videoid(17pE5ilSR1o)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria