31/07/2021 MONTEBELLUNA – Montebelluna si stringe nel dolore per la scomparsa dell’architetto Claudio D’Agaro, morto in un tragico incidente avvenuto ieri mentre andava a tumulare le ceneri del fratello || Montebelluna piange Claudio D’Agaro, il 63enne deceduto ieri in un incidente a Santo Stefano di Cadore. Architetto molto conosciuto a Montebelluna dove abitava fino a poco tempo fa, originario della Carnia. Ieri lo schianto fatale contro un’autocisterna, mentre stava andando alla cerimonia di tumulazione delle ceneri del fratello Dante, scomparso a marzo. Entrambi erano soci del gruppo alpini di Montebelluna, con cui da poco avevano ricordato il fratello con un pranzo, un’eredità conviviale offerta proprio da Dante prima di morire, affinchè lo ricordassero. Riservato e dedito al lavoro, conosciuto soprattutto nell’ambiente professionale, aveva lavorato in una cooperativa di architetti prima di mettersi in proprio, era specializzato nel recupero di dimore storiche. Ieri viaggiava con la famiglia, la compagna e le due figlie una delle quali, ventenne, ricoverata in gravi condizioni all’ospedale di treviso. La compagna e l’altra figlia sono state portate all’ospedale di Pieve e a quello di Belluno – Intervistati ELZO SEVERIN (Sindaco Reggente Montebelluna) (Servizio di Luisa Bertini)


videoid(OnZHA7o97fA)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria