30/07/2021 MURANO – Commosso ricordo in isola e a Torcello di Paolo Andrich, l’artista direttore della Casa Museo di Torcello, trovato senza vita in acqua, ieri, all’età di 57 anni. Si teme l’incidente. I residenti promettono porteremo avanti la sua opera. || Ha saputo valorizzare, con il suo impegno, tutte le isole della Laguna Nord di Venezia. Ora Burano e Torcello, dove dirigeva la casa museo, rendono omaggio all’impegno e all’opera culturale dell’artista Paolo Andrich, dopo la tragica scoperta di ieri, quando dall’acqua è stato recuperato il suo corpo senza vita dell’uomo morto così all’età di 57 anni. “Porteremo avanti la sua opera” – dicono, ancora increduli, i residenti.La drammatica scoperta è stata fatta a Burano. I soccorritori, quando hanno recuperato il corpo dall’acqua, hanno capito che non c’era più niente da fare. Da un primo esame esterno della salma, non sono emersi segni di violenza e questo esclude responsabilità di terzi. È possibile che Paolo Andrich possa essere rimasto vittima di un malore ed essere caduto in acqua, ma saranno le indagini dei carabinieri a ricostruire la vicenda.L’attività di Paolo nella Casa Museo comprendeva anche le visite guidate alle varie opere di Clementina e Lucio: arazzi, vetri, sculture, dipinti e mosaici, una galleria d’arte moderna che testimonia l’effervescenza dell’arte a Venezia nel periodo tra gli anni Cinquanta e gli anni Ottanta. La notizia della morte si è diffusa rapidamente in città e già moltissimi concittadini hanno testimoniato il proprio affetto con messaggi e fotografie. Il governatore Luca Zaia lo ricorda così: «Il testimone di una Venezia che non c’è più, il custode di una identità che non deve scomparire con lui. Il mio cordoglio alla comunità di Torcello e a tutti coloro che hanno apprezzato lui e la sua opera instancabile di conservazione della venezianità». – Intervistati ALESSIO MOLIN (PORTAVOCE RESIDENTI BURANO) (Servizio di Filippo Fois)


videoid(jJkMz0wyhGA)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria