28/07/2021 ASOLO – I danni del maltempo. All’indomani del forte vento, l’Asolano resta un territorio ferito, scoperchiata in parte la chiesa di Villa d’Asolo. Decine gli interventi nella notte, ma la situazione – grazie all’opera di pompieri e volontari – è presto rientrata. || Un tardo pomeriggio così nella zona dell’Asolano non si viveva da tempo. Dopo la grandine dei giorni scorsi, che ha interessato soprattutto i colli, è stata la volta di un vento tanto forte quanto inedito per potenza e durata.Uomini e mezzi hanno operato per tutta la notte, in vari angoli del territorio comunale. A Villa d’Asolo, scoperchiato parzialmente il tetto della chiesa parrocchiale, interessati anche gli interni e l’organo. Decine i residenti che si sono messi subito a disposizione, ripulendo l’edifcio di culto e il centro, supportando così alpini, volontari e pompieri.Attimi di paura anche all’ingresso di Caerano San Marco, a poche decine di metri da Villa Benzi, dove un albero è caduto a bordo strada. L’area è stata subito messa in sicurezza e anche qui l’intervento in tempi record dei vigili del fuoco ha fatto rientrare la situazione in breve tempo. – Intervistati ANDREA BEDIN (Responsabile Settore Lavori Pubblici Comune di Asolo) (Servizio di Cristian Arboit)


videoid(usYxEGpblVM)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria