28/07/2021 SCORZE’ – La testimonianza di Francesca, la residente di Scorzè riuscita ad abbandonare l’auto prima che un platano si abbattesse sulla vettura: distruggendola. «Ho ringraziato mia madre che veglia su di me da lassù», ha detto commossa || Francesca Castellaro, la residente di Scorzè sopravvissuta all’albero abbattutosi sulla sua auto, distruggendola, mentre lei era alla guida, racconta quei concitati momenti e di come, il giorno dopo l’incidente si senta una vera miracolata. «Ho ringraziato mia madre che da gennaio 2020 veglia su di me da lassù. La scintilla che mi ha fatto dire, esco dall’auto e scappo è stato vedere questo e altri platani lungo la strada che oscillavano come dei fuscelli e lì, in quel momento, ho realizzato quella che sarebbe potuta essere la dinamica. Poco prima, sempre mentre era alla guida dell’auto, avevo incrociato una ragazza completamente fradicia che camminava a piedi sotto quella pioggia battente. Mi sarei voluta fermare per darle conforto facendola salire in auto ma poi non so perché ho preferito non farlo. E’ stata una fortuna, perché l’albero si è abbattuto con forza proprio dal lato passeggero. Ora la mia auto, portata via con il carro attrezzi è distrutta e me ne dovrò prendere una nuova», racconta con lo sguardo commosso e le lacrime trattenute con forza. – Intervistati FRANCESCA CASTELLARO (Servizio di Annamaria Parisi)


videoid(KLZeGGBL5O0)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria