26/07/2021 TREVISO – Una domenica tragica sulle strade della Marca, quella di ieri. Prima l’incidente sulla Feltrina dove è morta Barbara Monaco, poi il dramma in serata di Lino Zannoni, gelataio storico di Sernaglia.Barbara Monaco viaggiava in moto con il marito, sotto sedazione al Ca’ Foncello. Sarà, con ogni probabilità, indagato per omicidio colposo. || E’ stato affidato alla famiglia – che ne ha donato gli organi – il corpo di Barbara Monaco, la donna di 52 anni morta domenica mattina all’altezza dell’incrocio da Oro, tra Castagnole e Postioma.Barbara viaggiava sulla moto guidata dal marito, che si trova ancora sedato al Ca’ Foncello e quindi non ha potuto dare la sua versione dell’incidente che ha sconvolto la Feltrina, dinamica su cui indagano i carabinieri. Una carambola micidiale con la moto che prima avrebbe tamponato un’auto ferma al semaforo e poi sbandando ha centrato un veicolo proveniente in direzione opposta.Una domenica tragica per la Marca, proseguita con un altro incidente nella zona di Asolo – con una coppia grave ma fuori pericolo – e il dramma di Lino Zannoni, titolare della “Gelateria Fontanelle” a Sernaglia della Battaglia, Zannoni era a bordo della sua Vespa Piaggio sulla strada per Pieve di Soligo quando ha perso il controllo del mezzo andando a sbattere contro il muretto di una casa. Lanciato l’allarme dai residenti, sono subito arrivati i soccorritori del Suem. Disperati i tentativi per rianimarlo ma non c’è stato nulla da fare.Giorni difficili sul fronte della sicurezza stradale. Lo sa bene anche il presidente della Provincia di Treviso Stefano Marcon. Se nei primi anni Duemila, il Sant’Artemio aveva avviato un piano di riqualificazione delle strade – si pensi al piano rotatorie – oggi le risorse – causa Riforma del Delrio – non ci sono. – Intervistati STEFANO MARCON (Presidente Provincia di Treviso) (Servizio di Cristian Arboit)


videoid(DNiVbsGnYwc)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria